Brutti ma buoni ricetta facile

I Brutti ma buoni sono dei dolcetti croccanti alle nocciole, originari del nord Italia e molto amati in tutta la nazione. In questo articolo vi proponiamo una ricetta facile per prepararli in casa come in pasticceria.

La ricetta prevede l’uso di una impastatrice planetaria o uno sbattitore elettrico e la cottura del composto prima in un pentolino e poi una breve cottura in forno.

Video – Brutti e buoni fatti in casa

Accessori utilizzati

  • Impastatrice planetaria Kenwood *
  • Sac à poche *

* Le migliori offerte le trovate sul nostro shop Amazon

Ingredienti

  • 3 albumi grandi (100 gr)
  • 250 gr di zucchero semolato
  • 250 gr di granella di nocciola

Prepariamo i Brutti ma buoni

Per preparare i Brutti ma buoni fatti in casa iniziamo versando in una ciotola gli albumi. Frulliamo ad alta velocità con l’impastatrice planetaria o uno sbattitore elettrico.

Quando l’albume inizia ad addensarsi, abbassiamo la velocità e versiamo a pioggia 50 gr di zucchero semolato. Quindi riportiamo la velocità al massimo e montiamo gli albumi a neve ben ferma.

Montare gli albumi ben fermi

Portiamo l’albume in un pentolino e scaldiamo a fiamma bassa. Aggiungiamo subito lo zucchero semolato restante (200 gr) e la granella di nocciole.

La granella di nocciola

Mescoliamo senza sosta con una spatola o un cucchiaio di legno per evitare che il composto si attacchi sul fondo. Il composto è pronto quando lo zucchero inizia a filare. Il video mostra come fare la prova con le dita.

Cottura dei Brutti ma buoni

Lasciamo raffreddare leggermente il composto e lo versiamo in una sac à poche. Formiamo dei piccoli coni su una placca da forno rivestita con carta da forno. Quindi inforniamo in forno statico preriscaldato a 140°C per circa 30 minuti, i dolcetti si devono semplicemente asciugare.

Preparare i Brutti ma buoni

Lasciamo raffreddare e serviamo subito o conserviamo i Brutti ma buoni in un contenitore chiuso ermeticamente, a temperatura ambiente e lontano dall’umidità.

Se avete domande o suggerimenti, inserite un commento a fine pagina. Se avete gradito la ricetta date un voto a questo articolo.

Articoli correlati:

Come valuti questo articolo?

Clicca per votare!

Average rating 0 / 5. Totale voti: 0

Nessun voto! Vota per primo.

We are sorry that this post was not useful for you!

Let us improve this post!

Tell us how we can improve this post?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *