Granita siciliana al caffè

La Granita siciliana al caffè è una deliziosa alternativa al caffè, un dolce estivo della ricca tradizione pasticcera siciliana. Prepararla è molto semplice e veloce, anche se non si ha a disposizione una gelatiera.

Video – Granita fatta in casa

Accessori utilizzati

Acquista gli accessori indispensabili

Ingredienti

  • 300 ml di acqua
  • 150 gr di zucchero semolato
  • 50 gr di glucosio
  • 400 ml di caffè espresso o alla moka
  • Panna montata q.b.

Preparare la granita al caffè

Tempo richiesto: 30 minuti.

Preparare la granita siciliana al caffè è molto semplice, basta preparare il caffè che preferisci, espresso, alla moka, lungo o decaffeinato. Quindi segui qualche semplice passaggio e il gioco è fatto.
La presenza del glucosio nello sciroppo limita la formazione di cristalli, creando una granita meno granulosa.

  1. Prepara lo sciroppo di zucchero

    Versa in un pentolino l’acqua e lo zucchero semolato. Fai bollire su fiamma media per 5 minuti. Poi spegni il fuoco, aggiungi il glucosio e mescola bene con una spatola.

    preparare-lo-sciroppo-della-granita

  2. Aggiungi il caffè

    Quindi prepara il caffè e versalo nello sciroppo appena preparato. Versa quindi il liquido nelle vaschette per il ghiaccio o in un contenitore abbastanza largo. Porta il liquido in congelatore tutta la notte.

    aggiungi-il-caffè-espresso

  3. Servi la granita siciliana al caffè

    Il giorno seguente sminuzza il ghiaccio usando un frullatore, versalo in coppe o bicchieri e prima di servire guarnisci con panna montata.

    guarnire-la-granita-siciliana

Se la nostra ricetta ti è piaciuta inserisci un voto positivo qui sotto. Se hai domande o suggerimenti, scrivi un commento a fine pagina.

Articoli correlati:

Come valuti questo articolo?

Clicca per votare!

Average rating 0 / 5. Totale voti: 0

Nessun voto! Vota per primo.

Se lo hai trovato utile...

Seguici sui social media!

Siamo spiacenti che non ti sia piaciuto questo articolo!

Auitaci a migliorare i nosrti contenuti

Facci sapere come possiamo migliorare questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *