Pandoro classico di Verona

pandoro-ricetta

Il Pandoro è un dolce tradizionale di Verona che ha conquistato il cuore degli Italiani e ogni anno, nel periodo natalizio, possiamo trovarlo su tutte le tavole della penisola.

La sofficità unica del suo impasto e la golosa pioggia di zucchero a velo, lo rendono uno dei dolci preferiti da grandi e piccoli, un capolavoro che contribuisce a ricreare ogni anno il tanto amato spirito del Natale.

Abbiamo preparato un video speciale in cui mostriamo la preparazione del Pandoro di Verona, sia a mano che usando l’impastatrice, sia cuocendolo nello stampo tradizionale, che in un comune stampo per torte. Così facendo abbiamo voluto fornire un contenuto completo che potesse essere fruibile per tutti: appassionati e principianti.

Video – Pandoro fatto in casa

Accessori utilizzati

  • Impastatrice planetaria
  • Stampo per Pandoro da 1 kg
  • Stampo per torte da 25 cm di diametro

Ingredienti del Pandoro

Fase 1

  • 50 ml di latte fresco intero
  • 15 gr di zucchero semolato
  • 15 gr di lievito di birra
  • 50 gr di farina Manitoba

FASE 2

  • 1 tuorlo (17 gr)
  • 1 uovo (55 gr)
  • 5 gr lievito di birra
  • 30 ml di latte fresco intero
  • 50 gr di zucchero semolato
  • 200 gr di farina Manitoba
  • 30 gr di burro

FASE 3

  • 1 scorza di arancia o 70 gr di scorza candita
  • 1 bacca di vaniglia
  • 100 gr di zucchero semolato
  • un pizzico di sale
  • 2 uova (110 gr)
  • 250 gr di farina Manitoba

FASE 4

  • 120 gr di burro

Prepariamo il Pandoro di Verona

Nella procedura indicata mostriamo come preparare il Pandoro fatto in casa con l’impastatrice planetaria. Per il metodo manuale basta guardare il video passo passo.

  1. Prima fase

    Prepariamo un lievitino mescolando il lievito sbriciolato nel latte a 3°C. Aggiungiamo lo zucchero e la farina setacciata e mescoliamo bene. Lasciamo lievitare per 1 ora a 25°C, dopo aver coperto la ciotola con pellicola trasparente.

    prima-fase-pandoro

  2. Seconda fase

    Portiamo l’impasto lievitato nella ciotola della planetaria e aggiungiamo il tuorlo, l’uovo, lo zucchero e la farina setacciata. Versiamo il latte con il lievito di birra, dopo averlo sciolto accuratamente. Impastiamo prima con la foglia e, quando l’impastatrice inizia al lavorare con fatica, proseguiamo con il gancio per impasti.
    Impastiamo a bassa velocità per 15 minuti. Quindi versiamo il burro fuso intiepidito e proseguiamo fino a quando l’impasto non avrà assorbito completamente il burro.
    Rivestiamo la ciotola con pellicola trasparente e lasciamo lievitare a 25°C per 60 minuti.

    seconda-fase-pandoro

  3. Terza fase

    Sminuzziamo finemente la scorza di arancia candita e preleviamo la polpa della bacca di vaniglia.
    Versiamo sull’impasto lievitato gli aromi, lo zucchero semolato, il sale, le uova e la farina setacciata.
    Impastiamo con il gancio a bassa velocità per 12 minuti.
    Quindi formiamo una palla, spolveriamo con poca farina, copriamo la ciotola con pellicola trasparente e lasciamo nuovamente lievitare per 3 ore.

    terza-fase-pandoro

  4. Quarta fase – Sfogliatura

    Tagliamo a pezzetti sottili li burro ammorbidito a temperatura ambiente. Stendiamo brevemente l’impasto su un piano di lavoro, formando un quadrato. Disponiamo il burro ricoprendo tutta la superficie dell’impasto.
    Per compiere correttamente la fase di sfogliatura dell’impasto, guarda il video.

    burro-per-sfogliatura-pandoro

  5. Cottura

    Imburriamo bene lo stampo in ogni punto. Formiamo un palla con l’impasto, facendo particolare attenzione ad evitare la formazione di pieghe e disponendo la palla al centro dello stampo con la parte “brutta” verso l’alto. Copriamo con pellicola trasparente e lasciamo lievita fino a quando l’impasto non arriva ai bordi dello stampo.
    Inforniamo in forno statico preriscaldato a 200°C. Abbassiamo subito la temperatura a 170°C.
    Dopo 10 minuti inseriamo sullo stampo un foglio di alluminio con la parte lucida rivolta verso l’alto. Abbassiamo la temperatura a 160°C e continuiamo la cottura per altri 40 minuti.
    Al termine lasciamo raffreddare il Pandoro nello stampo, quindi spolveriamo con zucchero a velo vanigliato e lo portiamo subito in una busta di plastica ben chiusa. Conserviamo al riparo dall’umidità per almeno 24 ore prima della consumazione. Prima della consumazione spolveriamo nuovamente con zucchero a velo vanigliato.

    cottura-pandoro

Un’alternativa possibile

Sebbene il Pandoro sia preparato con il tradizionale stampo a forma di stella, per chi non possiede lo stampo specifico è possibile preparare comunque questo fantastico dolce in una versione simile alla Veneziana milanese. Il video indica come poter preparare il dolce natalizio usando uno stampo per torte da 25 cm di diametro.

pandoro-stampo-per-torte

Se ti piace la nostra ricetta del Pandoro fatto in casa, ti chiediamo di inserire un voto positivo. Se hai domande o suggerimenti per migliorare questo articolo, ti invitiamo a scrivere un commento a fondo pagina.

Articoli correlati:

Come valuti questo articolo?

Clicca per votare!

Average rating 5 / 5. Totale voti: 1

Nessun voto! Vota per primo.

Se lo hai trovato utile...

Seguici sui social media!

Siamo spiacenti che non ti sia piaciuto questo articolo!

Auitaci a migliorare i nosrti contenuti

Facci sapere come possiamo migliorare questo articolo